Indietro

La giornata del rifugiato

Evento organizzato dall’Associazione Tahomà con il patrocinio del Comune e la collaborazione del Centro Creativo Casentino e la Bocciofila Bibbienese

BIBBIENA — Il 20 Giugno di celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale del rifugiato, per commemorare l'approvazione nel 1951 della Convenzione sui profughi (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

A Bibbiena questa importante giornata si celebrerà il prossimo 17 Giugno presso il Centro Creativo Casentino a partire dalle 18,30. Il tutto sarà organizzato dall’Associazione Tahomà con il patrocinio del Comune di Bibbiena e la collaborazione del Centro Creativo Casentino e la Bocciofila Bibbienese.

L’Associazione Tahomà ha ottenuto dal CICT, partner ufficiale dell’Unesco, un contributo per la realizzazione di un cortometraggio, che farà il giro del mondo, avente come protagonisti i giovani migranti accolti presso i centri gestiti dalla stessa. Per questo nella giornata del 17 Giugno a partire dalle 18,30 verrà proiettato il cortometraggio realizzato dal regista canadese Jean Philippe Pearson che prenderà parte ad un dibattito confronto nel quale interverranno anche rappresentanti del CICT come Gerges Dupont Direttore Generale, Lola Poggi Goujon Segretaria Generale, la dottoressa Daniela Maccioni dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) e la Dottoressa Melina Paluani per Tahomà.

La giornata si concluderà con una cena etnica che verrà preparata presso i locali della Bocciofila bibbienese.

L’Associazione Tahomà nasce nel 2016 e oggi è composta da molte persone, anche volontari, che lavorano nell’ambito dell’ospitalità e dell’accoglienza degli immigrati. Con l’emergenza che ha contrassegnato nel tempo le coste italiane e la conseguente accoglienza da parte del Comune di Bibbiena di alcuni migranti, l’Associazione Tahomà si è concentrata sulla gestione degli stessi, una gestione che, in collaborazione stratta con l’amministrazione, è diventata un esempio a livello toscano. I ragazzi, dislocati in due appartamenti, vengono seguiti dagli operatori di Tahomà sia dal punto di vista sanitario, ma anche dal punto di vista dell’inclusione con progetti e programmi mirati che hanno dato un impulso molto forte e positivo alla problematica della integrazione. Molti di questi giovani sono inseriti in associazioni sportive locali, altri si impegnano in lavori socialmente utili come la pulizia degli spazi verdi, a breve partirà anche il progetto degli orti.

Il sindaco Daniele Bernardini commenta: “Questa giornata sarà l’occasione per approfondire temi ancora caldi come l’integrazione, l’accoglienza, la gestione di questi giovani e soprattutto per ricordarci di come sia importante accogliere e accogliere bene, ossia nel rispetto dell’essere umano e delle sue esigenze concrete ma anche spirituali come appunto il vivere in comunità e il dare il proprio apporto alla crescita della stessa. A questa abbiamo mirato con il nostro modello di accoglienza”. 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it