Indietro

Uomini e lupi, una giornata di formazione

Il cane da guardianìa, il più efficace deterrente contro gli attacchi ai danni degli allevamenti. Lunedi una giornata formativa a Moggiona

POPPI — Il cane da guardianìa, il cosiddetto pastore, rappresenta uno strumento molto efficace per la protezione del bestiame dagli attacchi da predatore. 

"La corretta gestione del cane da guardiania è estremamente importante per una pacifica convivenza tra tutti i fruitori del territorio. Il Parco intende valorizzare anche questo strumento, a fianco di quelli finanziati con misure specifiche, al fine di contrastare l'impatto negativo della fauna selvatica sulle attività economiche", spiega Luca Santini, presidente del Parco nazionale.

Lunedi 3 ottobre, nella sala del museo della Resistenza e della guerra di Moggiona, il parco nazionale delle Foreste casentinesi ha organizzato una giornata formativa per gli allevatori che operano nei territori dell’area protetta. I relatori, provenienti da varie aree d'Italia, porteranno le loro esperienze nell'introduzione dei cani da difesa negli allevamenti ovini e bovini. L'incontro è gratuito ed aperto a tutti gli interessati.

La giornata si apre alle 15, 30 con il saluto del direttore e del presidente del parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna.

Alle 16 ci sarà l'intervento di Francesca Orsoni, medico veterinario presso il parco nazionale Appennino tosco-emiliano: "La corretta gestione del cane da guardiania". A seguire la zoologa Mia Canestrina, in forze alla stessa area protetta, parlerà de "Il cane da guardiania tra prevenzione e convivenza".
Alle 17 l'esperienza del parco nazionale Gran Sasso e monti della Laga verrà descritta dalla veterinaria Franca Adriani, la quale, insieme a Freddy Barbarossa, presidente CIRCA, parlerà dell' "Inserimento del cane da guardianìa nell'allevamento bovino".

La dott.ssa Luisa Vielmi, collaboratrice dell'Istituto di Ecologia Applicata, parlerà delle esperienze di "DifesAttiva: l'importanza della rete tra gli allevatori per la corretta gestione del cane da guardiania e la promozione di prodotti e attività delle aziende".

Gli esiti delle ricerche in materia all'interno del Life Wolfalps verranno illustrati alle 18 dalla dr.ssa Elisa Reymondet Fochira e dalla veterinaria Arianna Menzano con l'intervento: "Messa a punto di un sistema di valutazione del comportamento dei cani da guardianìa".

Chiude agli interventi alle 18 Nadia Cappai, veterinaria del parco delle Foreste casentinesi, che spiegherà come si articola il "Progetto cane da guardianìa" nell'area protetta tosco-romagnola.

Alle 18, 30 si aprirà la discussione. Modereranno Valeria Salvatori, dell'Istituto Ecologia Applicata, e Carlo Pedrazzoli, responsabile del servizio Gestione e pianificazione delle risorse del parco nazionale delle Foreste casentinesi.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it