Indietro

Il sasso regio, un antico osservatorio astronomico

Una conferenza sulle tracce di un antico osservatorio astronomico nel territorio in programma venerdì 16 giugno al Palagio Fiorentino di Stia

PRATOVECCHIO - STIA — Astronomia ed archeologia sono i temi della conferenza dal titolo “Il Sasso del Regio. Sulle tracce di un antico osservatorio astronomico nel territorio di Pratovecchio Stia”in programma venerdì 16 giugno (ore 21) presso il Palagio Fiorentino di Stia.

Interverranno Stefano Carboni, esperto di archeoastronomia e autore del volume “Il Sasso del Regio, un calendario luni-solare”, e Francesco Trenti, direttore del Museo Archeologico del Casentino.

Il “Sasso del Regio” è una complessa incisione rupestre realizzata su di un affioramento di pietra arenaria che si trova nell'alto Casentino, su un contrafforte del Monte Falterona che costeggia il primo tratto dell’Arno. Le incisioni raffigurano simboli sessuali, figure umane e una struttura a linee verticali e coppelle simile ad un abaco.

Secondo lo studio e l’interpretazione presentata da Stefano Carboni, basata su analogie con quanto riscontrato nelle culture agricole sia preistoriche che storiche, i simboli presenti sulla roccia potrebbero rappresentare l'interazione di una figura maschile e una femminile, allegoria del ciclo annuale della vegetazione. In quest'ottica, la struttura a linee e coppelle potrebbe fungere da tabella per l'annotazione del tempo, un rudimentale calendario luni-solare.

A seguire l’intervento di Francesco Trenti che illustrerà il profilo archeologico delle zone limitrofe al petroglifo secondo quanto è emerso nelle campagne di scavo degli ultimi anni.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it