Indietro

Legata e uccisa, l'omicida ha confessato

Ha 37 anni, vive in Casentino, era un cliente della donna. Fermato grazie ai tabulati del cellulare della donna. La confessione nella notte

AREZZO — Ha confessato dopo un lungo interrogatorio in questura l'omicida di Maria Aparecida Venancio Sousa, la donna di 60 anni trovata uccisa nell'appartamento di via Della Robbia a Arezzo dove si prostituiva. L'uomo è un italiano di 37 anni, un casentinese cliente della donna. Gli investigatori sono arrivati a lui incrociando i tabulati dei quattro cellulari che possedeva la donna.

Portato in Questura, ieri nel pomeriggio, l'uomo ha sostenuto un lungo interrogatorio, davanti al pubblico ministero Chiara Pistolesi, dove alla fine ha ammesso di essere stato lui a uccidere Maria. Il movente sarebbe legato a questioni di soldi. L'arma del delitto una spranga di ferro, di cui l'uomo si è sbarazzato subito dopo l'omicidio. Dopo aver confessato è stato tradotto nel carcere di Arezzo.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it